giovedì 17 maggio 2018

Speciale: Oggi, tutto dolce!...


Torta con Crema pasticciera e Pinoli
Per 8 persone

180 gr di farina, 160 gr di zucchero, 150 gr di burro, 1 uovo intero e 4 tuorli, ½ lt di latte, 100 gr di pinoli puliti, ½ bustina di lievito in polvere.

Per la crema pasticciera: 3 tuorli e 1 uovo intero, 120 gr di zucchero, ½ lt di latte, 1 una bustina di vanillina, 40 gr di maizena, la buccia di 1 limone.

Preparare la crema pasticciera:
In una casseruola portare a ebollizione il latte con la buccia del limone. Lasciare intiepidire.
In un contenitore lavorare i tuorli d’uovo con lo zucchero con una frusta, sino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungere la vanillina mescolata alla maizena. Unire il latte alla crema, poi mettere la preparazione sul fuoco e sempre mescolando con un cucchiaio di legno, portare dolcemente a ebollizione e cuocere per pochi minuti, sin quando la crema si è addensata e togliere la buccia di limone.
In una terrina lavorare l’uovo intero e i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina mescolata al lievito, il burro fuso, 70 gr di pinoli tritati, amalgamare con cura tutti gli ingredienti sino ad ottenere un composto morbido.
In una pirofila rotonda, imburrata e infarinata, versarvi metà di questo composto, livellandolo bene con l’aiuto di un cucchiaio, stendervi sopra la crema pasticcera preparata, lasciando libero 1 cm del bordo tutto attorno. Ora versarvi il residuo del composto, e stenderlo con l’aiuto di un cucchiaio, cospargervi sopra la parte di pinoli interi rimasti. Far cuocere in forno preriscaldato a 180° per 35 minuti.


Frittole con Fiori di Acacia
Per 6 persone

15-20 grappoli di fiori di acacia, 2 uova, latte, farina, zucchero semolato, zucchero vanigliato, sale, un pizzico di lievito in polvere, un pizzico di bicarbonato di soda, olio per friggere. (si possono fare anche col sale e senza zucchero).

Pulire i fiori di acacia con un canovaccio umido, con molta delicatezza. Staccarli dal raspo dell’acacia.
In una terrina, preparare una pastella morbida sbattendo le uova con un po’ di latte, un pizzico di sale e di zucchero, un pizzico di lievito in polvere, un pizzico di bicarbonato e la farina necessaria. Immergervi i fiorellini di acacia, amalgamare bene e lasciare riposare per un’ora in luogo tiepido e terrina coperta.
Friggere a cucchiaiate in una padella con olio in ebollizione. Prelevare le frittole con un mestolo forato e farle asciugare su carta assorbente da cucina.
Posarle su un piatto da portata e spolverizzare con zucchero vanigliato.
         
Variante:
Volendo, dal grappolo originale di acacia, si possono ricavare due o tre grappoli minori e friggerli senza staccare i fiori.


Millefoglie di Agata
Per 4 persone

200 gr di pasta sfoglia, 1 cucchiaio di zucchero a velo, 60 gr di mandorle a scagliette. Per la crema: 3 tuorli d’uovo, 75 gr di zucchero, ¼ di latte, 20 gr di farina, ½ bustina di vanillina, la buccia di ½ limone, 2 dl di panna. Per la finitura: 1 cucchiaio di zucchero a velo vanigliato.

Stendere la pasta in una sfoglia sottile di 3 mm.
Adagiarla sopra una teglia da forno spennellata di acqua, bucherellarla con i rebbi di una forchetta, coprirla con legumi secchi e farla cuocere in forno preriscaldato a 200° per 15 minuti. Quando sarà leggermente dorata toglierla dal forno, spolverizzarla con lo zucchero a velo, metterla di nuovo in forno a caramellare leggermente lo zucchero. Toglierla dal forno e farla raffreddare.
Nel frattempo preparare la crema pasticciera.
Lavorare bene i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina e la vanillina e poco per volta il latte preventivamente bollito con la buccia di limone e poi intiepidito. Portare sul fuoco continuando a mescolare e facendo attenzione che non bolla, per 8 minuti. Toglierla dal fuoco, lasciarla raffreddare e aggiungere la panna montata.
Distribuire un po’ di crema nel fondo di un piatto da portata non molto grande. Cospargere la crema su metà della pasta sfoglia fatta prima a pezzettini. Coprire con altra crema e formare un altro strato di pezzi di pasta. Coprire con la residua pasta, sempre ridotta a pezzettini. Cospargere la superficie con scagliette di mandorle e lo zucchero a velo.


Spiedini di Frutta caramellati
Per 4 persone

1 mela, 1 banana, un piccolo ananas, 8 fragole, 2 cucchiai di semi di sesamo, olio. Per la pastella: gr 125 di farina, un pizzico di sale, 1 cucchiaino d’olio, ½ bicchiere di birra, ½ bicchiere d’acqua, 2 albumi. Per il caramello: gr 200 di zucchero, 5 cucchiai d’acqua.

Preparare la pastella mescolando la farina con il sale, diluite con la birra e l’acqua e amalgamate il tutto in modo da ottenere un impasto omogeneo. Lasciate riposare in luogo tiepido almeno per 2 ore, poi montate a neve ferma gli albumi e incorporateli alla pastella.
Sbucciate la mela, la banana e l’ananas e riduceteli in piccoli pezzi.
Immergete le fragole e i pezzi di frutta, uno alla volta, nella pastella e friggeteli in abbondante olio in ebollizione. Prelevateli con una paletta forata e fate assorbire l’olio in eccesso su carta assorbente da cucina.
Infilateli, alternando la frutta, in 8 spiedini. Preparate il caramello mettendo al fuoco un pentolino con lo zucchero e 5 cucchiai d’acqua. Appena il caramello prende colore, immergetevi uno alla volta gli spiedini e quindi adagiateli su un foglio di carta di alluminio unta d’olio. Spolverizzateli di sesamo e fateli raffreddare.


Granite di Fiori
Q.b.

I fiori possono essere di acacia, di viola, di lillà, di rosa, di gelsomino, ecc.
2 bicchieri di fiori, non trattati, ½ limone, 100 gr di zucchero.

Staccare i fiori dal raspo e lasciarli in infusione in una ciotola con ½ lt di acqua per 12 ore.
Fare bollire lo zucchero con 1 bicchiere di acqua, aggiungere il succo di 1 limone filtrato e poi lasciare intiepidire. Unire l’acqua filtrata dei fiori, mescolare e trasferire in freezer.
Quando la granita inizia a gelare, staccarla dai bordi e mescolarla ogni mezz’ora, fin che abbia preso la giusta consistenza. Una fresca delizia!

Nessun commento:

Posta un commento